Maggiore trasparenza sugli istituti scolastici italiani, più informazioni per le famiglie che stanno per iscrivere i figli a scuola e semplificazione del lavoro delle segreterie scolastiche. Sono i principali obiettivi del nuovo progetto “La scuola in chiaro” che, attraverso il sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (www.miur.it),  fornirà dati continuamente aggiornati su ogni singola scuola e faciliterà la scelta delle famiglie.

 

 

 

  


 

 

Chi era il Can. F. Gravante?

 


   

Home Eventi
PDF Stampa E-mail

Una giornata nell’Etica dello Sport

 

Il 24 maggio 2011 si è tenuta nel Centro sportivo dell’Acqua Acetosa a Roma, la Festa Nazionale dell’Etica nello Sport a cui hanno partecipato più di mille ragazzi di molte scuole medie inferiori provenienti da diverse regioni d’Italia.

 

Anche la nostra scuola ha partecipato con le rappresentanze delle classi terze di Grazzanise, Santa Maria la Fossa e Brezza. Noi ragazzi ci siamo molto divertiti cimentandoci in diversi sport in cui sapevamo giocare o di cui non sapevamo assolutamente niente! Abbiamo giocato a pallacanestro, a calcio, a pallavolo e perfino a rugby. Sicuramente qualcuno non sapeva giocare benissimo a tutti questi coinvolgenti sport e soprattutto di squadra, ma non ci siamo tirati indietro, ci abbiamo provato e devo dire anche con discreti risultati. Ci siamo confrontati con altri ragazzi con la passione per lo sport e siamo riusciti comunque a farci valere. Era la festa dell’etica e infatti non ci sono stati comportamenti scorretti da parte di noi ragazzi che abbiamo saputo vincere, perdere e giocare senza arbitri, senza litigare.

 

Non siamo stati purtroppo fra i tre primi istituti classificati, ma credo che sia stata una grande vittoria giocare insieme rappresentando la nostra scuola, senza scorrettezze né litigi. La giornata è stata una bella avventura fatta di giochi all’aperto che ci hanno divertito, ma anche sfinito per un certo verso perché abbiamo corso e fatto sport sotto il sole fortissimo. La cosa che ho notato di più e che mi ha fortemente colpito è stata la grande collaborazione e intesa che si è creata tra noi ragazzi, il grande lavoro di squadra che è stato utilizzato e che ci ha portato a giocare bene e in allegria. Credo quindi che dobbiamo essere felici e fieri di noi stessi perché probabilmente abbiamo capito il vero senso dello sport, fatto di divertimento, fatica, allegria, gioia nelle vittorie e dolore nelle sconfitte, ma soprattutto fatto di rispetto delle regole, gioco di squadra e voglia di stare con gli altri.

 

Tutti, anche se forse sono rimasti male perché non abbiamo vinto, hanno compreso la vita fantastica degli atleti, stando anche in un centro dove si allenano campioni e indossando la maglia ufficiale della Nazionale Italiana di calcio.

 

In conclusione credo di poter dire a nome di tutti i miei compagni:«È stata una giornata stupenda!» e aggiungo che lo è stata all’insegna del sano sport che spero sarà quello che si vedrà sempre tra noi piccoli e tra i grandi campioni. E se qualcuno di noi un giorno sarà un grande atleta, un campione, un orgoglio per noi italiani, spero che giochi sempre con lealtà e voglia di divertirsi come solo un vero sportivo sa fare, divenendo un corretto modello da seguire per i giovani.

 

Grazia Di Bello 3 A

 

 

 

Safer Internet Day- Scuola Primaria

Nuove Foto in Galleria
www.flickr.com

In edicola

Statistiche

Utenti : 104
Contenuti : 164
Link web : 6
Tot. visite contenuti : 931398