Maggiore trasparenza sugli istituti scolastici italiani, più informazioni per le famiglie che stanno per iscrivere i figli a scuola e semplificazione del lavoro delle segreterie scolastiche. Sono i principali obiettivi del nuovo progetto “La scuola in chiaro” che, attraverso il sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (www.miur.it),  fornirà dati continuamente aggiornati su ogni singola scuola e faciliterà la scelta delle famiglie.

 

 

 

  


 

 

Chi era il Can. F. Gravante?

 


   

Home
PDF Stampa E-mail

 

Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) è il documento di indirizzo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per il lancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola italiana e per un nuovo posizionamento del suo sistema educativo nell’era digitale.
Un Piano a valenza pluriennale che indirizza concretamente l’attività di tutta l’Amministrazione, con azioni già finanziate che saranno prese in carico dalle singole Direzioni del Ministero per l’attuazione.


Il Piano contribuisce a “catalizzare” l’impiego di più fonti di risorse a favore dell’innovazione digitale, a partire dai Fondi Strutturali Europei (PON Istruzione 2014-2020) e dai fondi della legge 107/2015 (La Buona Scuola).


Le azioni previste si articolano nei quattro ambiti fondamentali: strumenti, competenze, contenuti, formazione e accompagnamento.


Al fine di rendere la tecnologia digitale uno strumento didattico di costruzione delle competenze in generale, l’Istituto, sulla base degli obiettivi strategici del Piano, indicati nel comma 58 della Legge 107/15, promuove e promuoverà:
a. la realizzazione di attività volte allo sviluppo delle competenze digitali degli studenti, con particolare riguardo all’uso consapevole dei social network e dei media;
b. il potenziamento degli strumenti didattici e laboratoriali necessari a migliorare la formazione e i processi di innovazione delle istituzioni scolastiche, estendendo la dotazione digitale e multimediale (LIM in tutte le classi; ambienti digitali in ogni plesso, …);
c. l’adozione di strumenti organizzativi e tecnologici per favorire la governance, la trasparenza e la condivisione di dati, nonché lo scambio di informazioni (sito web; Registro Elettronico; cloud d’Istituto);
d. la formazione dei docenti, riguardante, in particolar modo, l’utilizzo del Registro Elettronico, l’insegnamento con le nuove tecnologie e lo sviluppo del coding (pensiero computazionale) per tutta la Scuola Primaria;
e. la formazione dei direttori dei servizi generali e amministrativi, degli assistenti amministrativi e degli assistenti tecnici per l’innovazione digitale nell’amministrazione (servizio di Segreteria Digitale);
f. il potenziamento delle infrastrutture di rete, con particolare riferimento alla connettività nelle scuole (connettività LAN e WLAN per tutte le aule dell’Istituto).

 

All’interno dell’Istituto, è individuato un docente con funzione di “animatore digitale” che, insieme al Dirigente Scolastico e al Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi, avrà il compito favorire il processo di digitalizzazione delle scuole, oltre a diffondere le politiche legate all’innovazione didattica attraverso azioni di accompagnamento e di sostegno sul territorio del Piano Nazionale Scuola Digitale.

 

link al sito ministeriale

 

 

 

 

 


 

Safer Internet Day- Scuola Primaria

Nuove Foto in Galleria
www.flickr.com

In edicola

Statistiche

Utenti : 104
Contenuti : 164
Link web : 6
Tot. visite contenuti : 935123